5 Migliori Diffusori da Pavimento: Audio di Qualità per la Vostra Casa

Una selezione e una guida ai migliori diffusori da pavimento sul mercato.
Da Mario Bonetti
Mario Bonetti
Recensito da Mario Bonetti
Autore
Mario è uno scrittore professionale che sempre ha qualcosa in mente per mostrare al mondo. Con infinita curiosità Mario sempre esplora il mondo musicale specialmente nel c Leggere più
Fatto Controllato Giuseppe Grillo
Giuseppe Grillo
Recensito da Giuseppe Grillo
Consulente Esperto
Giuseppe è un musicista professionale con l’esperienza più di 5 anni nello studio di registrazione. Avendo lavorato con tanti musicisti ha deciso di condividere con gli Leggere più
Aggiornato 15-08-2023
Aggiornato 15-08-2023
Audioaccademia è supportato dal lettore. Possiamo guadagnare una commissione attraverso i prodotti acquistati utilizzando i link in questa pagina. Scopri di più sul nostro processo qui

La scelta di un diffusore domestico è la più popolare e allo stesso tempo una delle più impegnative nel suo campo. Tra i modelli attualmente in commercio, vi sono diffusori professionali e domestici. Nel primo caso si tratta di apparecchiature da concerto, utilizzate negli studi e nelle grandi sale. Questi modelli non sono adatti all'uso domestico. In una stanza relativamente piccola, non consentono di ottenere una qualità sonora elevata.

Nostre Scelte Migliori

Noi abbiamo testato 17 diffusori da pavimento ma non tutti ci hanno soddisfatto per questo motivo abbiamo deciso di condividere la lista di 5 che, secondo il nostro parere, sono i migliori diffusori da pavimento attualmente presenti in commercio con Magnat Quantum 757 come nostra scelta top. Inoltre, per indirizzarvi nella scelta del diffusore che più si confà alle vostre esigenze crediamo possa tornarvi utile anche una pratica e dettagliata guida all'acquisto. Ci sono diverse caratteristiche che definiscono i diffusori da pavimento da prendere in considerazione al momento della scelta. Potenza. Sono disponibili sia diffusori passivi che attivi, ma i primi sono praticamente relegati alla categoria "rarità" e oggi non vengono quasi più prodotti. Sensibilità. Il suo valore determina la potenza e il volume della riproduzione. Anche la gamma di frequenze e il tipo di mobile sono importanti.

Nome Potenza massima in uscita dell'altoparlante Tipo di altoparlante Valutazione
1 Magnat Quantum 757 250 Watt Woofer
9,8
Scoprire prezzo
2 Canton ERGO 690 DC 320 Watt Surround, Da pavimento
9,7
Scoprire prezzo
3 Yamaha NS-F51 240 Watt Da pavimento
9,6
Scoprire prezzo
4 MAGNAT Monitor Supreme 802 240 Watt Da pavimento
9,5
Scoprire prezzo
5 Energy Sistem Tower EU 65 Watt Subwoofer
9,4
Scoprire prezzo

 

Top 5 Migliori Diffusori da Pavimento Test 2023

1
Meglio del Meglio
Magnat Quantum 757
Caratteristiche
  • Tipo di altoparlante: Woofer
  • Configurazione canali audio surround: 2.0
  • Potenza massima in uscita dell’altoparlante: 250 Watt
  • Dimensioni: ‎37 x 19 x 106.2 cm
Magnat Quantum 757
Vantaggi
Svantaggi
    Vantaggi
  • Potenza massima 250Watt;
  • Design elegante;
  • Suono pieno e corposo;
  • Materiali di qualità eccellente.
    Svantaggi
  • Prezzo elevato;
  • Venduti singolarmente e non in coppia.

Testare il Magnat Quantum 757 è stato per noi un vero piacere per le orecchie; in primo luogo ci ha colpiti il particolare ed elegante design total black, adatto ad ogni tipologia di arredamento, oltre ovviamente all’eccellente riproduzione dei suoni. Tra le caratteristiche tecniche bisogna menzionare la potenza massima in uscita dell’altoparlante che corrisponde a 250Watt e la configurazione dei canali audio surround 2.0. Infine, le dimensioni non eccessive, 37×19 x106cm, permettono di posizionarlo con facilità anche negli spazi più ristretti.

Essendo il Magnat Quantum 757 un diffusore da pavimento adatto anche per gli audiofili riproduce i suoni con una qualità nettamente superiore a modelli più economici come l’Energy Sistem Tower EU; fattore che non dipende esclusivamente dai materiali e dalle caratteristiche interne ma anche dalle dimensioni nettamente maggiori. Rispetto alla maggior parte dei diffusori da pavimento, come il Canton ERGO 690 DC o lo Yamaha NS-F51 ha dimensioni leggermente maggiori anche se rispetto a questi due modelli risulta decisamente più sottile. Infine, una delle caratteristiche che differenziano il Magnat Quantum 757 da altri modelli come il MAGNAT Monitor Supreme 802 o il Energy Sistem Tower EU è sicuramente il prezzo più elevato, che rispecchia comunque la qualità del dispositivo.

2
Scelta Premium
Canton ERGO 690 DC
Caratteristiche
  • Tipo di altoparlante: Surround, Da pavimento
  • Configurazione canali audio surround: 2.0
  • Potenza massima in uscita dell’altoparlante: 320 Watt
  • Dimensioni: ‎30.48 x 23.11 x 104.9 cm
Canton ERGO 690 DC
Vantaggi
Svantaggi
    Vantaggi
  • Design elegante;
  • Potenza massima 320Watt;
  • 3 altoparlati;
  • Tecnologia a onde;
  • Sistemi tweeter in manganese e alluminio.
    Svantaggi
  • Prezzo elevato;
  • Venduti singolarmente e non in coppia;
  • Bassi migliorabili.

Il Canton ERGO 690 DC si presenta con un design elegante e vintage, la struttura in legno raffinata e di qualità e la griglia metallica molto resistente rendono questo diffusore da pavimento unico nel suo genere. Ciò che però ci ha maggiormente colpito riguarda la potenza di riproduzione, con i suoi 320 Watt di potenza massima in uscita gli altoparlanti rendono il suono avvolgente e sempre nitido assicurando un’esperienza sonora indimenticabile. Completano il tutto la presenza di ben 3 altoparlanti, i sistemi tweeter in manganese ed alluminio e la tecnologia a onde degli altoparlanti woofer e midrange.

Come per il Magnat Quantum 757 anche il Canton ERGO 690 DC viene proposto ad un prezzo molto elevato, che anche in questo caso risulta perfettamente allineato alle sue caratteristiche. Rispetto però al Magnat Quantum 757, allo Yamaha NS-F51 o al MAGNAT Monitor Supreme 802 possiede una potenza massima in uscita degli altoparlanti nettamente superiore di 320Watt, rispetto ai 240Watt dei modelli citati. Infine, come il suo simile Magnat Qunatum 757 possiede delle dimensioni leggermente più elevate (30.48 x 23.11 x 104.9 cm) rispetto al resto dei diffusori presenti in questa lista; caratteristica che influisce comunque anche sulla qualità di riproduzione.

3
Migliori con Bassi Generosi
Yamaha NS-F51
Caratteristiche
  • Tipo di altoparlante: Da pavimento
  • Configurazione canali audio surround: 2.0
  • Potenza massima in uscita dell’altoparlante: 240 Watt
  • Dimensioni: ‎23.4P x 25.4l x 97.3H cm
Yamaha NS-F51
Vantaggi
Svantaggi
    Vantaggi
  • Venduti in coppia;
  • Tweeter da 3 cm a cupola morbida;
  • Woofer da 16 cm;
  • Potenza massima in uscita 240Watt.
    Svantaggi
  • Qualità complessiva buona ma migliorabile;
  • Non consigliati per gli audiofili.

Lo Yamaha NS-F51 è tra i diffusori da pavimento casalinghi che più ci ha soddisfatto; oltre al marchio rinomato che assicura qualità ed affidabilità questo diffusore è stato ideato per massimizzare l’intensità dei suoni riprodotti, con particolare attenzione per i bassi che risultano infatti intesi ed avvolgenti anche grazie all’elevata cablatura del mobile da 97 cm il quale, grazie alla presenza di appositi rinforzi, restituisce un suono nitido e privo di risonanze. Inoltre, lo Yamaha NS-F51 possiede 3 altoparlanti composti da un tweeter da 3cm a cupola morbida e da 2 woofer da 16cm appositamente studiati per un suono eccellente.

Lo Yamaha NS-F51, se paragonato a modelli simili come l’Energy Sistem Tower EU possiede una più elevata potenza massima in uscita degli altoparlanti che corrisponde a 240Watt rispetto ai soli 65 dell’Energy Sistem Tower EU. Il design appositamente studiato per ridurre al minimo le diffrazioni del suono, sono leggermente ridotte (23.4Px25.4lx97.3Hcm) rispetto a diffusori da pavimento simili come il Magnat Quantum 757 o il Canton ERGO 690 DC. Inoltre, il prezzo seppur abbastanza elevato è decisamente inferiore rispetto a modelli simili precedentemente citati (Magnat Quantum 757 e Canton ERGO 690 DC).

4
Migliori Diffusori da Pavimento Hi-Fi
MAGNAT Monitor Supreme 802
Caratteristiche
  • Tipo di altoparlante: Da pavimento
  • Configurazione canali audio surround: 1.0
  • Potenza massima in uscita dell’altoparlante: 240 Watt
  • Dimensioni: 21.5P x 27.3l x 85H cm
MAGNAT Monitor Supreme 802
Vantaggi
Svantaggi
    Vantaggi
  • Potenza in uscita 240Watt;
  • Driver bass-midrange da 170mm;
  • Dispersione sonora ridotta;
  • Prezzo accessibile.
    Svantaggi
  • Leggermente ingombranti;
  • Equalizzazione sonora migliorabile;
  • Adatte per ambienti piccoli.

Il MAGNAT Monitor Supreme 802 è composto da due casse acustiche ognuna con 3 uscite, costruite seguendo il principio del bass-reflex 2 ½ vie. Il design è elegante ed adatto ad ogni tipologia di arredamento, le casse inoltre possiedono un deflettore otticamente sfalsato per un suono più nitido.
Il MAGNAT Monitor Supreme 802 assicura una buona precisione sonora su tutta la gamma di frequenze grazie ad un driver bass-midrange da 170mm, con membrane di carta rivestite, ed un basso anch’esso da 170mm. Infine, il design appositamente studiato riduce al minimo la dispersione sonora.

Rispetto al modello dello stesso marchio Magnat Quantum 757, il MAGNAT Monitor Supreme 802 possiede un prezzo decisamente inferiore; caratteristica che dipende dalla ridotta potenza massima in uscita dell’altoparlante di soli 240Watt contro i 320 Watt del Magnat Quantum 757. La configurazione dei canali audio surround 1.0 lo differenzia inoltre dalla maggior parte dei diffusori presenti in questa lista (Canton ERGO 690 DC, Magnat Quantum 757, Yamaha NS-F51) caratterizzati da una configurazione dei canali audio surround 2.0. Un’ultima caratteristica che differenzia il MAGNAT Monitor Supreme 802 da modelli di qualità simile è la presenza di ben due casse, a differenza dei modelli precedentemente citati che ne possiedono solo una.

5
Scelta di Budget
Energy Sistem Tower EU
Caratteristiche
  • Tipo di altoparlante: Subwoofer
  • Configurazione canali audio surround: 2.1
  • Potenza massima in uscita dell’altoparlante: 65 Watt
  • Dimensioni: 15P x 17l x 100.5H cm
Energy Sistem Tower EU
Vantaggi
Svantaggi
    Vantaggi
  • Economico;
  • Design elegante;
  • Dimensioni compatte;
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo;
  • Ottima resa acustica;
  • Facile da spostare.
    Svantaggi
  • Potenza massima in uscita di soli 65Watt;
  • Indicate per ambienti piccoli;
  • Venduto singolarmente e non in coppia.

L’Energy Sistem Tower EU rappresenta sicuramente la scelta migliore per chi desidera spendere cifre contenute ma non vuole comunque rinunciare a una riproduzione audio di qualità. Il design elegante si adatta perfettamente ad ogni tipologia di arredamento mentre la potenza di ben 65Watt rende questo diffusore ideale per trasformare il proprio ambiente in un vero e proprio cinema casalingo. L’Energy Sistem Tower EU possiede inoltre le tecnologie Bluethoot 5.0 e True Wireless Stereo per poter raddoppiare la potenza del suono riprodotto collegando contemporaneamente più altoparlanti.

L’Energy Sistem Tower EU viene proposto ad un prezzo decisamente più accessibile rispetto ai modelli precedentemente citati come il Magnat Quantum 757, il Canton ERGO 690 DC, lo Yamaha NS-F51 e il MAGNAT Monitor Supreme 802. Rispetto ai più costosi diffusori come il Magnat Quantum 757 o il Canton ERGO 690 DC possiede una configurazione dei canali audio surround a 2.1. Infine, seppur potente la potenza massima in uscita dell’altoparlante è di soli 65 Watt contro i 240Watt, 250Watt o i 320Watt dei modelli presenti in questa lista. Se foste alla ricerca di un diffusore per pavimenti economico ma di qualità l’Energy Sistem Tower EU potrebbe fare proprio al caso vostro.

Cose da Considerare

La scelta del diffusore da pavimento più adatto alle proprie esigenze sia personali che logistiche potrebbe non essere così immediata poiché sono diverse le caratteristiche che andrebbero considerate con attenzione; in questa pratica guida troverete tutte le informazioni necessarie che riguardano questi innovativi dispositivi di riproduzione, oltre ad una breve premessa sul modo in cui vanno posizionati ed i vantaggi che derivano dall’utilizzo dei diffusori da pavimento.

Non perdere altro tempo, continua a leggere e tutti i tuoi dubbi svaniranno!

La posizione dei diffusori da pavimento

Il corretto posizionamento dei diffusori da pavimento è essenziale per ottenere la migliore esperienza sonora e creare una vera esperienza home theatre.

Posizionare correttamente i diffusori da pavimento è indispensabile per godersi al meglio l’esperienza sonora e creare quindi un vero e proprio Home Theatre; per farlo non basterà semplicemente acquistare i migliori diffusori da scaffale o da pavimento poiché anche l’ambiente circostante gioca un ruolo fondamentale.

Per poter aumentare la resa, diminuendo al minimo o annullando del tutto le riflessioni del suono, è necessario disporre i diffusori, i mobili e l’ascoltatore in punti strategici poiché ogni variabile ha la sua importanza; una doverosa premessa va fatta per poter comprendere al meglio il concetto di riflessione del suono: con questo fenomeno ci si riferisce alla capacità delle onde sonore di rimbalzare sugli ostacoli che incontrano durante il loro tragitto. Gli ostacoli possono essere sia pareti o finestre sia mobili, sedie, scaffali ed in generale tutto ciò che “intralcia” il percorso delle onde sonore.

Una volta compreso questo concetto, si evince che per aumentare la resa del suono proveniente dai diffusori da pavimento è indispensabile cercare di posizionarli il modo che le onde possano raggiungere direttamente l’ascoltatore senza incontrare ostacoli durante il percorso.

Per poter quindi godere di un suono chiaro, intenso e nitido i singoli diffusori e lo stesso ascoltatore dovranno trovarsi in punti strategici della stanza, con i diffusori posizionati nei due punti centrali di un ideale ellisse, che tocca le pareti della camera, e con l’ascoltatore posizionato perfettamente al centro tra le due sorgenti sonore; il punto d’ascolto, inoltre, dovrebbe essere distante di 30-90 cm dalla parete posteriore, per poter aumentare lo spazio che separa i due diffusori aumentando di conseguenza anche la spazialità ma, soprattutto, per ridurre al minimo le prime riflessioni del suono. Non tutti però possono distanziare di un metro la posizione d’ascolto dalla parete posteriore, sia essa un divano, una sedia o una poltrona, e in questo caso si consiglia di posizionare un asciugamano o un cuscino dietro il capo dell’ascoltatore per migliorare la qualità del suono percepito.

Inoltre, sarebbe preferibile orientare i diffusori verso il punto d’ascolto, eliminando quando possibile tutti gli ostacoli che si trovano in mezzo, affinché le onde sonore possano dirigersi direttamente verso l’ascoltatore prima riflettersi sulle superfici.

Per riassumere, il punto di ascolto ideale corrisponde al vertice di un triangolo equilatero formato da due diffusori e dall’ascoltatore stesso con i due diffusori orientati direttamente verso l’ascoltatore, assicurandosi che non ci siano ostacoli che possano interferire con il percorso delle onde sonore.

Vantaggi dei diffusori da pavimento

I vantaggi che derivano dall’utilizzo dei diffusori da pavimento sono diversi ma il più ovvio riguarda la comodità di poter posizionare questi dispositivi direttamente sul pavimento, senza dover prima acquistare appositi scaffali o mensole. Un altro vantaggio, forse più significativo, riguarda la resa sonora; i diffusori da pavimento sono di dimensioni decisamente maggiori rispetto alle casse da scaffale, fattore che permette di utilizzare woofer decisamente più performanti che migliorano di conseguenza la risposta in frequenza.

Oltre quindi alla possibilità di poterli collocare, nel modo corretto, più facilmente all’interno di una stanza anche le dimensioni più elevate contribuiscono a migliorare la resa sonora; in alcuni casi infatti vengono anche montati dei woofer passivi i quali, entrando in risonanza con quelli attivi, migliorano sia la resa acustica sia la risposta in frequenza su toni bassi.

Infine, i diffusori da pavimento vengono generalmente scelti dagli audiofili per la qualità sonora che questi assicurano; come detto in precedenza, infatti, non non sarà sufficiente acquistare i migliori lettori CD, i migliori giradischi o i dispositivi più all’avanguardia se questi non verranno poi collegati a delle casse di qualità.

Come scegliere?

Una volta compresi i vantaggi e le modalità per posizionare al meglio i diffusori da pavimento possiamo passare alla descrizione di tutte quelle caratteristiche che andrebbero considerate con estrema attenzione prima di procedere con l’acquisto.

Per quanto possa sembrare strano, per chi non è del settore, i fattori da prendere in considerazione prima di acquistare un diffusore da pavimento sono diversi poiché ognuno di essi contribuirà a migliorare la resa acustica finale; prima di procedere con la descrizione dettagliata, vediamo brevemente quali sono le caratteristiche da attenzionare prima dell’acquisto:

  • Dimensioni;
  • Peso;
  • Tweeter;
  • Potenza in uscita;
  • Frequenza;
  • Impedenza;
  • Surround.

Dimensioni

Le prestazioni acustiche dipendono in larga misura dalle dimensioni del sistema da pavimento; le dimensioni maggiori ospitano essenzialmente più woofer o tweeter, aumentando così la risposta in frequenza.

La resa acustica, come accennato in precedenza, dipende molto dalle dimensioni del diffusore da pavimento; dimensioni maggiori, infatti, permettono il collocamento di più woofer o tweeter aumentando di conseguenza la risposta in frequenza. Inoltre, all’interno dei diffusori di dimensioni più elevate possono essere montati woofer più performanti di maggior diametro, i quali, potranno anche trovarsi in una posizione laterale per avvicinare maggiormente la risposta in frequenza a quella dei subwoofer.

In linea generale quindi, diffusori più grandi dovrebbero avere una resa acustica migliore ma non sempre questo corrisponde alla realtà poiché la resa finale non dipende solo dalle dimensioni ma anche da altri fattori come: materiali utilizzati, quantità e qualità dei tweeter e dei subwoofer, l’ottimizzazione del driver e dei circuiti interni e più in generale la qualità complessiva delle principali componenti del diffusore stesso.

Peso

Il peso è una caratteristica che non interferisce molto con la qualità del suono riprodotto ma è comunque un aspetto da considerare perché un peso eccessivamente elevato potrebbe rendere difficile il posizionamento e l’eventuale spostamento dello stesso diffusore, anche se lo renderebbe più stabile; mentre un peso eccessivamente leggero aumenterebbe l’instabilità del dispositivo e di conseguenza anche il rischio di caduta e successiva rottura.

In generale, andrebbero preferiti diffusori di peso superiore ai 20 Kg se non si ha la necessità di spostarli con frequenza mentre possono andar bene anche quelli con peso che si aggira intorno ai 10 Kg qualora ci fosse la necessità di spostarli con frequenza.

Tweeter

I tweeter, presenti in ogni diffusore acustico, sono dei sistemi audio con la funzione di riprodurre le alte frequenze comprese tra 2.000 Hz ed i 20.000 Hz; questi vengono appositamente studiati e creati per ottimizzare la resa acustica delle frequenze di cui si occupano e sono composti da una bobina mobile sospesa all’interno di un campo magnetico fisso. Ciò che influisce principalmente sulla qualità di queste componenti sono i materiali utilizzati oltre ovviamente al posizionamento degli stessi all’interno del diffusore.

Potenza in uscita

Per definizione, la potenza in uscita di un amplificatore è: “la potenza che l’amplificatore eroga sul carico esterno.” [cit.]; questa si misura in Watt e per un suono di qualità, un diffusore o una cassa, dovrebbero avere una potenza in uscita minima di 60 Watt.

Ovviamente, una potenza maggiore, all’interno di opportuni limiti, si traduce in una resa acustica migliore ma non è sempre così; spesso, nel caso di diffusori definiti “passivi” che necessitano cioè di un amplificatore esterno per poter riprodurre il suono, occorre prestare attenzione non solo alla potenza in uscita del diffusore stesso ma anche dell’amplificatore o della sorgente. Un diffusore molto potente collegato ad una sorgente o amplificatore non altrettanto potenti non potrà esprimere il massimo delle sue qualità risultando quindi eccessivo.

Scegliere quindi solo diffusori con una potenza in uscita idonea a sopportare quella della sorgente rappresenta sicuramente la scelta più sensata.

Risposta in Frequenza

Con risposta in frequenza ci si riferisce al range di frequenze che il diffusore è capace di riprodurre; sarebbe preferibile scegliere dispositivi che riescano a riprodurre le frequenza comprese tra 20 Hz e 20K Hz, range che racchiude le frequenze percepibili dall’orecchio umano. Esistono dispositivi che riescono a riprodurre frequenze superiori a 20K Hz e che riescono a raggiungere addirittura i 40K Hz, ma questi dispositivi non sono di certo indicati per un uso casalingo.

Impedenza

L’impedenza rappresenta tecnicamente la “resistenza” che un diffusore pone alla corrente che deriva da un amplificatore e si misura anch’essa in ohm; nel caso specifico dei diffusori acustici, nei quali la corrente di uscita è CA (non CC come nel caso delle batteria) la resistenza viene appunto chiamata “impedenza”.

Senza scendere in ulteriori tecnicismi, possiamo dire che dall’impedenza dei diffusori deriva la loro capacità di assorbire la corrente proveniente dagli amplificatori; minore sarà quindi l’impedenza maggiore sarà la corrente in uscita e di conseguenza maggiore sarà la potenza necessaria che il diffusore dovrà possedere per poterla reggere.

Diminuire quindi il valore dell’impedenza permette sì di aumentare la potenza ma se il diffusore non dovesse riuscire a reggere l’eccessiva corrente in uscita ne conseguirebbe l’inevitabile spegnimento del fusibile, la rottura dell’amplificatore o l’attivazione del circuito di protezione dell’amplificatore stesso.

Il nostro consiglio è quindi quello di non utilizzare mai un amplificatore il cui valore di impedenza sia inferiore ai 4 ohm.

L’impedenza è tecnicamente la “resistenza” che un altoparlante oppone alla corrente che fluisce dall’amplificatore, e si misura anch’essa in ohm.

Surround

Il surround è una modalità di riproduzione utilizzata per migliorare la qualità sonora percepita da un ascoltatore e prevede che quest’ultimo venga posizionato al centro della scena sonora affinché possa percepire un suono più intenso e realistico. Generalmente, per ottenere l’effetto surround, i diffusori abilitati devono trovarsi alle spalle dell’ascoltatore, uno a destra ed uno a sinistra, in questo modo il suono avvolgerà potrà avvolgerlo permettendogli di vivere un’esperienza sonora simile a quella di una sala cinematografica.

Domande Frequenti

Cos’è un diffusore attivo?

Un diffusore si definisce attivo quando non necessita di dispositivi esterni per poter amplificare il suono, poiché sia l’amplificatore che le componenti necessarie si trovano già al suo interno.

È necessario un subwoofer con un diffusore da pavimento?

Non sempre è necessario un subwoofer, infatti, se il diffusore da pavimento possiede già dei woofer da circa 20 cm per un ascolto stereo il subwoofer potrebbe risultare eccessivo poiché il suono risulterà già abbastanza bilanciato. Se si desiderasse ascoltare la musica o un film con bassi intensi il subwoofer risulta allora necessario.

Nostro Verdetto

Abbiamo ampiamente descritto tutte le caratteristiche da considerare per poter scegliere solo diffusori di qualità, adatti alle proprie esigenze; ma crediamo sia opportuno riassumere le caratteristiche di quelli che per noi sono i migliori diffusori da pavimento attualmente presenti sul mercato: Magnat Quantum 757: sicuramente il migliore sia per la potenza massima in uscita di 250Watt sia per i materiali di qualità, caratteristiche che si traducono in un’esperienza sonora indimenticabile; Canton ERGO 690DC: con potenza massima in uscita di 320Watt, 3 altoparlanti e sistemi tweeter in manganese ed alluminio è sicuramente il miglior diffusore premium adatto anche per gli audiofili; Yamaha NS-F51 è invece l’ideale per chi desidera bassi intensi e avvolgenti garantiti dalla cablatura del mobile e da appositi rinforzi studiati per restituire un suono ricco ed intenso.

Riferimenti

1.
Il suono in una stanza: istruzioni per l’uso - la Repubblica
Boom di ricerche su Pinterest su come allestire un angolo dedicato allascolto. Ecco i consigli di due esperti sound designer
2.
Il cerotto hi-tech che trasforma la pelle in altoparlante - Medicina - ANSA.it
Trasparente, ultrasottile e superleggero, il primo cerotto hi-tech che trasforma la pelle in un altoparlante: realizzato per aiutare persone con problemi all'udito dall'Istituto nazionale Ulsan di scienza e tecnologia (Unist), in Corea del Sud, potr tro... (ANSA)
9,8
Punteggio totale
Magnat Quantum 757 - Meglio del Meglio
Commenti
+Aggiungere Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *